OAPPC Udine

ALUMINIUM CHAIR: INCONTRO CON ARCHITETTI

MERCOLEDÌ 7 NOVEMBRE 2018

16.30 – 20.30

CUMINI CASA, Via San Daniele 1, GEMONA

 

L’Aluminium Chair, progettata nel 1958 da Charles e Ray Eames, è uno dei prodotti più rappresentativi del XX secolo. L’Aluminium Chair esemplifica magistralmente i tratti che caratterizzano il design di charles e ray Eames: Intelligenza progettuale, profonda comprensione delle caratteristiche e delle potenzialità dei materiali, adattabilità e specificità del design rispetto alle esigenze della produzione industriale, versatilità e flessibilità di una forma rispetto alle molteplici situazioni di utilizzo, con modifiche minime del progetto originario.

L’incontro è l’occasione per ripercorrere il lavoro di Charles e Ray Eames che con il loro lavoro progettuale hanno legato i propri nomi a molti prodotti divenuti icone del design e prevede una presentazione del progetto Aluminium Chair sia da un punto di vista storico, di progetto e di uso di materiali innovativi , come l’alluminio negli anni’50. Una presentazione specifica ripercorrerà la storia e le caratteristiche del progetto. Punto centrale dell’incontro è quello di riscoprire il lavoro degli Eames nel suo complesso assistendo alla proiezione del film EAMES Architetti, Pittori, Designer di Jason Cohn e Bill Jersey 2012 /84’

Il film ripercorre la vita e la carriera della leggendaria coppia creativa formata da Charles Eames e Ray Kaiser (architetto senza licenza lui e pittrice lei), attraverso la voce narrante di James Franco, attore e produttore statunitense che non fa mistero del suo interesse per l’arte contemporanea. Gli Eames diventarono celebri nell’immediato dopoguerra per le loro inconfondibili e onnipresenti sedie (chi non si è mai seduto, o almeno ha sognato di farlo, sulla celebre Eames Lounge Chair?) e vissero un periodo di grande esposizione mediatica, diventando precursori di quelli che oggi vengono definite le star del mondo del design. Carismatici e naif, gli Eames furono soprattutto due grandi artisti che applicarono il proprio genio a diversi ambiti dell’arte e della cultura, dalla pittura al cinema documentario, influenzando i gusti e le tendenze dell’America anni ‘50.

Attraverso immagini e interviste inedite il documentario rende omaggio a due personaggi capaci di ridefinire l’ideale di design tramite una combinazione alchemica di bellezza e funzionalità.

Alla proiezione seguirà un dibattito coordinato da un giornalista e/o accademico del design sul tema degli Eames.

Concluderà la serata una breve presentazione introduttiva sul Vitra Campus di Weil am Rhein.

Marco Sammicheli (Italia, 1979) è professore a contratto della Scuola del Design del Politecnico di Milano e curatore indipendente. Dopo aver diretto il magazine Zero (2013-2014) è stato design editor della rivista Abitare (2014 -2017). Da tempo collabora con La Domenica – Il Sole 24 Ore e Casa Vogue.

Dopo la laurea in Scienze della Comunicazione all’Università degli Studi di Siena e una specializzazione in Storia del Design alla Bauhaus Universitat di Weimar, nel 2009 ha conseguito un dottorato di ricerca al Politecnico di Milano in design e tecnologie per la valorizzazione dei beni culturali con una ricerca sul design e l’architettura per il sacro in Italia e in Cile. È stato visiting lecturer all’Università di Valpariso, all’Unisinos di Porto Alegre, alla Domus Academy di Milano.

Ha scritto monografie sugli architetti Zaha Hadid (RCS, con edizioni in inglese e cinese) e Mario Bellini (Silvana Editoriale, edizione bilingue italiano/inglese) e saggi per cataloghi su Nendo (Holon Design Museum), Studio 65 (Galleria d’Arte Moderna, Torino), Ingo Maurer (RCS), Fernando e Humberto Campana (RCS), Bruno Munari (Nomos/Museo del Novecento), Gio Ponti (Electa/Triennale di Milano), Simonetta Ferrante (Silvana Editoriale/m.a.x. museo).

 

Iscrizione: inviare mail a contract@cumini.com

Crediti: 3 c.f.p.

  Clicca qui per scaricare la locandina.