Circolari CNAPPC

20
Giu

ACCORDO CNAPPC – UNI (ENTE ITALIANO DI UNIFICAZIONE)

È stata recentemente siglata la convenzione che permetterà ai professionisti iscritti all’albo la
consultazione delle norme UNI. Tale accordo è operativo dal mese di Giugno 2018.

Clicca qui per scaricare la circolare del CNAPPC e Clicca qui per scaricare la convenzione

5
Apr

PROROGA RINNOVO ELENCO COMPONENTI COMMISSIONI GIUDICATRICI NEI CONCORSI DI PROGETTAZIONE E DI IDEE

Il Consiglio Nazionale Architetti P.P.C. intende rinnovare il proprio elenco a cui attingere per segnalare, ai soggetti banditori che ne facciamo richiesta, componenti di commissioni giudicatrici nei concorsi di progettazione e di idee.
A tal fine si invitano tutti gli interessati a presentare la propria adesione, utilizzando esclusivamente il modello di istanza/curriculum allegato alla presente. Si precisa che le domande inviate con altre modalità non saranno prese in considerazione.
L’invio deve essere effettuato all’indirizzo di posta elettronica giurie.cnappc@awn.it, entro il prossimo 6 aprile 2018. Successivamente si procederà ad un aggiornamento periodico di cui sarà data tempestiva notizia.

Clicca qui per scaricare gli allegati in word e Clicca qui per scaricare gli allegati  in pdf

4
Apr

PROVVEDIMENTO DELL’AGENZIA DELLE ENTRATE PER L’INSERIMENTO DEGLI ARCHITETTI E ARCHITETTI IUNIOR TRA I SOGGETTI DA INCLUDERE TRA GLI INCARICATI DELLA TRASMISSIONE TELEMATICA DEI DATI CONTENUTI NELLE DICHIARAZIONI DI SUCCESSIONE

L’Agenzia delle Entrate con provvedimento n. 53616 del 9.3.2018, individua, ai soli fini della trasmissione telematica delle dichiarazioni di successione e domande di volture catastali, quali soggetti incaricati della trasmissione delle stesse, anche riuniti in forma associativa, gli iscritti all’albo degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori con il titolo di “Architetto” o “Architetto iunior”.

 

Clicca qui per scaricare il provvedimento n. 53616 del 9 marzo 2018 e Clicca qui per scaricare la circolare del CNAPPC.

4
Apr

NUOVE NORME TECNICHE SULLE COSTRUZIONI IN VIGORE DAL 22 MARZO 2018

Sono entrate in vigore il 22 marzo 2018 le nuove norme tecniche sulle costruzioni, varate dal MIT con il DM 17/01/2018 (MIT), pubblicato in Gazzetta Ufficiale – Serie Generale n°42 del 20/02/2018 (Supplemento Ordinario n°8), che sostituiscono le vecchie norme di cui al DM 14/01/2008.
Il testo delle nuova normativa, redatto in seno al Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici con il contributo del Consiglio Nazionale Architetti P.P.C., introduce molte novità nell’ambito degli interventi sugli edifici esistenti. Per fare un esempio, le norme tecniche del 2008, per gli interventi di miglioramento sismico, non imponevano il raggiungimento di standard particolari, poiché bastava dimostrare che, con l’intervento, si migliorava la risposta strutturale della costruzione nei confronti di un sisma, anche in misura modesta; con le nuove norme tecniche, gli interventi di miglioramento sismico che riguardino costruzioni sensibili, come le scuole, dovranno essere finalizzati al raggiungimento di una percentuale non inferiore al 60% delle prestazioni strutturali attese per le nuove costruzioni. Gli interventi su costruzioni esistenti di II e III classe, invece, dovranno raggiungere un miglioramento non inferiore al 10%.
Per quanto riguarda gli interventi di adeguamento sismico è ovviamente prescritto il raggiungimento del 100% delle prestazioni attese per una nuova costruzione, tranne che per gli interventi da eseguire a seguito di un cambiamento di destinazione d’uso, per i quali la percentuale scende all’80%.
Molta attenzione viene riservata all’affidabilità dei materiali e alla manutenzione programmata della struttura durante la sua vita presunta. Le norme fanno spesso riferimento ad una circolare esplicativa, la cui bozza è stata già redatta dal Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici, che auspichiamo possa essere pubblicata al più presto, al fine di dotare gli addetti ai lavori degli strumenti indispensabili per applicare le nuove norme tecniche che, come detto in precedenza, entreranno comunque in vigore, anche senza il supporto della circolare, il prossimo 22 marzo.
L’art. 2 del DM 17/01/2018 disciplina il periodo transitorio, stabilendo che, per le opere di committenza privata (comma 2), le cui opere strutturali sono in corso di esecuzione, o per le quali sia già stato presentato il progetto agli Uffici competenti prima dell’entrata in vigore delle NTC 2018 (cioè prima del 22 marzo 2018), si possono continuare ad applicare le previgenti Norme Tecniche per le costruzioni, fino all’ultimazione dei lavori e al collaudo statico degli stessi.
Per effetto del comma 1 del sopra citato art. 2, le previgenti norme tecniche continueranno ad applicarsi anche nei lavori pubblici in corso di esecuzione o che siano stati semplicemente affidati o per i quali siano stati già affidati i relativi progetti definitivi o esecutivi, prima della suddetta data di entrata in vigore delle nuove norme tecniche per le costruzioni.

27
Lug

Circolari CNAPPC

Accatastamento degli stabilimenti balneari su area demaniale
Scarica

Clean Energy for all Europeans: the Architects Council of Europe advances three guiding principles to deliver a step change in building performances
Scarica

Policy Positions ACE
Scarica

Festa dell’Architetto, Premio Architetto Italiano e Giovane Talento dell’Architettura Italiana 2016
Scarica

Premio RI.U.SO_05 – Rigenerazione Urbana Sostenibile
Scarica

Progetto Europeo Prof-Trac
Newsletter Prof-Trac giugno 2016